La storia delle Cantine Briamara inizia nel 1931 in sordina e con semplici scopi amatoriali quando nonno Silvio, nel pieno della sua giovinezza e voglia di fare di ventenne, ripianta la vecchia vigna di famiglia ormai infruttifera ma che gode di una delle migliori esposizioni collinari in Caluso.

Questa vigna è tutta di Erbaluce!

Insieme al consuocero Giuseppe, nonno Not, è tra i primi nel 1967 a richiedere la DOC per l’Erbaluce ottenendo i bollini n.60! Va ricordato che l’Erbaluce che degusterete a DrinkEat, benché molto limitato territorialmente e non così conosciuto, è stato tra i primi vini italiani a richiedere ed ottenere la DOC.

Gli anni passano, le vicende si susseguono, le passioni si tramandano di padre in figlio e così, dopo aver acquisito padronanza nella vigna e soprattutto in cantina, Massimiliano porta avanti quell’antico progetto e con l’aiuto della moglie Elisa inaugura nel 2009 l’azienda di famiglia: Cantine Briamara.

Massimiliano ed Elisa, con l’aiuto della sorella Carlotta, portano avanti l’azienda nel rispetto della natura, cercando innovazione e migliori tecnologie, puntando alla qualità prima in vigna e poi in cantina.

 

Oggi Cantine Briamara conta circa 10 ettari tutti vitati ad Erbaluce con allevamenti diversi: a Caluso hanno mantenuto le tradizionali “topie” o “palere”, sistema che permette un’ottima vigoria della pianta, mentre a Cuceglio e Parella si sono evoluti nell’allevamento a controspalliera con un doppio guyot, lasciando però sempre il giusto respiro e sfogo alla vite.