Poco prima del centro di Barbaresco, sul ciglio della strada, ecco che compare un cartello riportante un logo giovane, astratto che spunta tra le foglie degli alberi: un susseguirsi di vigneti accompagna lo sguardo fino all’orizzonte.

 

Danilo Quazzolo rappresenta la terza generazione della famiglia dedicata alla produzione di vino, lui è un artista che ha rinnovato l’azienda continuando a mantenere la tradizione, come lui ci tiene a sottolineare. La cantina è unica, non la troverete mai uguale, come gli assaggi del Dolcetto d’Alba, della Barbera d’Alba del Nebbiolo d’Alba e del Barbaresco che trovate a DrinkEat. L’unica cosa che non cambia è la costante, semplice ed incredibile qualità proposta pensando al futuro ma genuinamente tipica.